Malumore in Red Bull, Marko critica il regolamento « Formula 1 « 422race.com – Le ultime news di Formula 1, F1, GP2, WTCC, DTM, GT, F3, GP3, AutoGP, IndyCar, Le Mans e tanto altro Malumore in Red Bull, Marko critica il regolamento « Formula 1 « 422race.com – Le ultime news di Formula 1, F1, GP2, WTCC, DTM, GT, F3, GP3, AutoGP, IndyCar, Le Mans e tanto altro
141015470kr018_f1_grand_pri-422race

Malumore in Red Bull, Marko critica il regolamento

Pubblicato 18/04/12 17:32 da Mariano Tedesco 5 commenti

Il consulente della scuderia anglo-austriaca, dopo i risultati dei primi tre appuntamenti stagionali che vedono le due Red Bull stentare a occupare costantemente il podio rispetto al 2011, ha dato una sua opinione sul perché di questo deciso cambio di rotta dal punto di vista tecnico.

MILANO – Sale la tensione nella scuderia Red Bull. A parte il secondo posto di Sebastian Vettel nel debutto stagionale, le vetture del team campione del mondo stentano a tenere il passo delle più veloci McLaren, e in Cina anche della più vispa delle Mercedes, iniziando a far sorgere un certo malumore nell’ambiente.

Uno stato d’animo che pare affiorare soprattutto dalle parole del Dr. Helmut Marko, consulente di lusso del team anglo-austriaco, che senza mezzi termini ha bollato le nuove regole di questa stagione come una manovra ben congegnata per interrompere “deliberatamente” e drasticamente un eventuale dominio del team Red Bull anche in questo 2012. “Non abbiamo più la superiorità che avevamo l’anno scorso,” ha confessato schietto Marko ai microfoni di “Servus TV” questa settimana. “Ciò è dovuto a diverse modifiche tecniche che sono state introdotte deliberatamente contro la Red Bull”.

Il consulente, ovviamente, è consapevole che le norme riguardano tutti i team, ma ha indicato che il giro di vite imposto sulle norme, con l’abolizione dei noti diffusori soffiati e le stesse prove più severe per valutare la flessibilità delle ali anteriori, sono state studiate notando il dominio imposto da Sebastian Vettel nella precedente stagione. “Ma questa non è una scusante per la nostra macchina, che non è dove dovrebbe essere,” ha poi concluso lo stesso Marko. Una ulteriore conferma di come gli equilibri in Formula 1, dal punto di vista tecnico, siano letteralmente cambiati.

Intanto, pare che il campione del mondo Sebastian Vettel, dopo il quinto posto ottenuto in Cina alle spalle del collega Mark Webber, si sia convinto che la soluzione più evoluta degli scarichi, introdotta al debutto prima che si decidesse di riprendere a Shanghai la vecchia soluzione, sia quella più adatta. Mentre in Ferrari, ancora costretti a stringere i denti con l’attuale F2012, si scalpita per accelerare lo sviluppo che da Barcellona in avanti dovrebbe vedere in pista una monoposto completamente rinnovata e forse dotata di nuovo della soluzione a scarichi divergenti introdotta nei test pre-stagionali, prima di riscontrare i noti problemi di surriscaldamento e di carico aerodinamico che hanno portato all’attuale sistema più accentrato.

Mariano Tedesco





Commenti (5)

robyaprile 18th, 2012 at 17:48

poverino ………….. si lamenta !!!!!!!
hanno lasciato liberi i diffusori soffiati che erano palesemente irregolari, ed erano stati dichiarati tali, poi cacciando una gran balla i team motorizzati renault hanno detto che senza questi loro avrebbero rotto i motori ……..
silverstone con diffusori limitati vince alonso, poi i premi nobel
( ministri dell’intelligenza ) della ferrari decidono di tornare all’irregolarita’ !!!!!!!!!!!

alberto magnaniaprile 18th, 2012 at 18:06

Vero , li avevano presi sottogamba come bibitari , poi sono diventati scomodi ed hanno smesso di fargli passare furbate , adesso devono dimostrare qualita´ lottando un poco di piu´ ad armi pari , che i tempi delle cucucumil pole forse sono passati , assieme alle troppo osannate vittorie facili spacciate per lotta al limite , ma dimostrano adesso il carattere giusto per confermarsi squadra di punta , lavorando .

Ipocrisiaaprile 19th, 2012 at 13:28

Povero ! E che dire delle sospensioni attive della Williams ?
Delle gomme che dovevano durare per 2 anni… Tutte manovre fatte per interrompere dei domini.
Adesso stanno preparando il ritiro dalle corse . . . Vedi Benetton che doveva soppiantare la Ferrari nel cuore degli Italiani… finchè vinceva… poi ? Sarebbe ora che smettessero di inventarsi diavoleria prettamente aerodinamiche e furbate e pensassero TUTTI ad una Formulano avveniristica ed all’avanguardia ma con un po’ di spirito SuperBike, ossia fare in modo che le sperimentazioni possa no venire riversate sulle auto di produzione – Amen !

maurizioaprile 19th, 2012 at 13:28

In Formula 1 è sempre esistito che quando una squadra dominava troppo venivano cambiati i regolamenti, talvolta anche nel corso del campionato vedi ( sbagliando) il mass-dumper Renault, soprattutto per le pressioni delle squadre avversarie che non avevano trovato il modo di “sfruttare” le lacune regolamentari in vigore. Infatti è risaputo che ogni scuderia ha in organico una squadra di ingegneri che studia e analizza a fondo ogni norma e ogni voce del regolamento tecnico, e non solo quello, per trovare scappatoie o interpretazioni regolamentari per trarre vantaggio a proprio favore..doppio diffusore Brown, f-duct Mc Laren o quello Mercedes di quest’anno, scarichi soffiati Red Bull sono interpretazioni regolamentari che hanno costretto la commissione tecnica F1 a modificare il regolamento per rendere queste “trovate” realmente illegali ma giustamente solo alla fine del campionato..stessa cosa accadrà per il prossimo anno alla “trovata” Mercedes..Avere messo fuori regola gli scarichi soffiati a metà stagione 2011 era stato un grosso errore da parte della Fia e averli poi riammessi fino a fine stagione è stata una decisione giusta..cmq anche in questo campionato 2012 la Red Bull sarà tra le macchine più competitive e penso che saranno in lotta per i titoli iridati piloti e costruttori…

Felipeaprile 19th, 2012 at 15:58

Povero Red Bull … Lol ! Complimenti Nico Rosberg per la vittoria Domenica scorsa : http://www.wallpapersf1.com/Nico-Rosberg?wallpaper=838

Lascia un commento

Il tuo commento

I nostri sponsor:
ART Grand Prix Karting
Aiutacamilla.it ProSpeed
Euronova TT Management
Edoardo Piscopo Mino Caccia
Gianmarco Ercoli Alex Fontana
Telodoioilricamo Federico Sandre
www.radiosportiva.com
Le nostre rubriche: